Eliminare le cattive abitudini durante la lettura

 

 

Dal momento che iniziamo a leggere, sino a che terminiamo, possono verificarsi diverse situazioni durante la lettura: muovere o tenere tesa qualche parte del corpo, l'andare altrove con i pensieri e ricordarsi quasi nulla di quello che si è letto, solo per citare qualche esempio.
Ci sono persone che mangiano mentre leggono oppure, già noto, persone che usano la lettura come stimolo per dormire.

Nel momento che iniziamo a leggere un qualcosa, il cervello ed il corpo si preparano ad assumere una certa posizione ed un certo atteggiamento mentale, c'è un inizio (inizio lettura), è c'è una fine (fine lettura). Come se si iniziasse a pregare.
Se dopo avere letto per mezz'ora (se non meno), le informazioni che ci sono rimaste in testa sono veramente poche e confuse, allora dobbiamo capire perché questo accade.
Molto probabilmente la nostra concentrazione, durante la lettura, era altrove oppure diretta in qualche parte del nostro corpo, o forse, ci sono altri motivi che ancora non vediamo in quanto inconsci.
Se riusciamo a scovare ed a eliminare queste abitudini durante la lettura, il nostro rendimento generale migliorerà, risparmiando molto tempo nei ripassi.
Proviamo a contare quante volte siamo distratti durante la lettura, proviamo a conoscere dopo quanto insorge la noia di leggere in noi, ad esempio.
Anche l'ambiente circostante dove leggiamo ha un peso rilevante sul rendimento finale della lettura.

 

 

Abitudini e distrazioni

Per aumentare il rendimento nella lettura, dobbiamo investire un po' del nostro tempo nell'osservazione di noi stessi mentre leggiamo. Un osservazione a 360 gradi. Il test migliore in assoluto è video riprendersi di schiena mentre si legge, venti minuti sono sufficienti a rivelarci molto di noi. Ovviamente dobbiamo trovarci in un luogo dove nessuno ci può disturbare.
Un investimento di tempo che sarà ripagato notevolmente in futuro, eliminando solo il peso superfluo delle cattive abitudini.

Atteggiamento, posizione, ambiente circostante, tempo, sono tutti fattori che contribuiscono al prodotto finale di quello che ricorderemo, o di quello che abbiamo capito, alla fine della lettura.
Sia che leggiamo per divertimento, sia che leggiamo per studio o per lavoro, se riusciamo a migliorare la concentrazione nella lettura senza farci distrarre da altro, otterremmo sicuramente dei buoni risultati degni di nota anche se l'argomento è nuovo o che ci attira poco.
Sappiamo che davanti a noi abbiamo ancora moltissime pagine da leggere allora ottimizzare la lettura verrà molto utile.
Ogni miglioramento che otteniamo nella lettura è un risparmio di tempo nel futuro, se oggi impieghiamo mezza giornata per leggere un libro di 200 pagine, domani in due ore otteniamo lo stesso risultato.
Scoviamo dove "zoppichiamo" nella lettura e avremmo fatto più della metà del lavoro.

 

 

         

  

scarica l'anteprima gratuita del:

L'arte del leggere - Corso interattivo di lettura veloce